Ultima modifica: 3 settembre 2016

Docenti

Questa pagina è dedicata alla raccolta di archivi  e materiali riguardanti docenti. Per rispettare la normativa sull’Accessibilità art. 9, rubricato “Documenti informatici, dati di tipo aperto e inclusione digitale”, del decreto legge n. 179/2012. Pubblicazione dati in formato di tipo aperto Estratto dall’allegato n. 2 alla Delibera CiVIT n. 50 del 04.07.2013

Formato e dati di tipo aperto: La legge n. 190/2012 contiene riferimenti al formato aperto (art. l, cc. 32, 35 e 42). In particolare, il c. 35 stabilisce che “per formati di dati aperti si devono intendere almeno i dati resi disponibili e fruibili on line in formati non proprietari, a condizioni tali da permetterne il più ampio riutilizzo anche a fini statistici e la ridistribuzione senza ulteriori restrizioni d’uso, di riuso o di diffusione diverse dall’obbligo di citare la fonte e di rispettarne l’integrità “.

L’Agenzia per l’Italia Digitale istruisce e aggiorna, con periodicità almeno annuale, un repertorio dei formati aperti utilizzabili nelle pubbliche amministrazioni. Da questo repertorio sono esclusi i formati proprietari, in sostituzione dei quali è possibile utilizzare sia software Open Source (quali ad esempio OpenOffice) sia formati aperti (quali, ad esempio, .rtf per i documenti di testo e .csv per i fogli di calcolo). Per quanto concerne il PDF – formato proprietario il cui reader è disponibile gratuitamente – se ne suggerisce l’impiego esclusivamente nelle versioni che consentano l’archiviazione a lungo termine e indipendenti dal software utilizzato (ad esempio, il formato PDF/A i cui dati sono elaborabili mentre il ricorso al file PDF in formato immaggine, con la scansione digitale di documenti cartacei, non assicura che le informazioni siano elaborabili).

Una buona pratica  è rappresentata anche dal formato aperto ODF – Open Document Format, che consente la lettura e l’elaborazione di documenti di testo odt, di dati in formato tabellare ods e di presentazioni odp.

Caratteristiche dei dati di tipo aperto: a) sono disponibili secondo i termini di una licenza che ne permetta l’utilizzo da parte di chiunque, anche per finalità commerciali, in formato disaggregato; b) sono accessibili attraverso le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ivi comprese le reti telematiche pubbliche e private, in formati aperti, sono adatti all’utilizzo automatico da parte di programmi per elaboratori e sono provvisti dei relativi metadati;c) sono resi disponibili gratuitamente attraverso le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ivi comprese le reti telematiche pubbliche e private, oppure sono resi disponibili ai costi marginali sostenuti per la loro riproduzione e divulgazione.

Al fine di garantire un utilizzo sempre più efficace dei dati di tipo aperto, si raccomanda gli editori del sito di far riferimento alle linee guida per l’interoperabilità semantica attraverso i linked open data (e alle sue successive eventuali modifiche) emanate dall’Agenzia per l’Italia Digitale e in particolare alle sezioni relative agli standard, alle tecnologie e alle licenze d’uso dei dati.

N.B. per compilare col PC i moduli in formato PDF “Formulario Editabile” occorre :

  1. Scaricare il file, salvare il file sul pc.
  2. Avere  installato un programma lettore pdf compatibile con questo formato “accessibile”, la maggior parte dei lettori pdf lo sono.  Il file così ottenuto può essere spedito compilato e completo di tutti i dati.