Ultima modifica: 7 gennaio 2017

Liceo Classico percorso Arte della Parola e Public Speaking

In qualsiasi periodo storico, il pubblico ha sempre ammirato e rispettato chi ha saputo parlare bene di fronte ad una platea, vuoi ristretta che di numerose unità, finendo per riconoscere nell’ars loquendi anche una ars suadendi, cioè, una capacità persuasiva di particolare impatto emotivo. Sapere come farsi ascoltare è il modo migliore per costruirsi la Leadership.

ELEMENTI DI NOVITÀ

Nel primo biennio si attueranno: il “Laboratorio di dizione e di ortoepia” del primo biennio non fa altro che far propri i contenuti della fonetica, troppo spesso trascurata nello studio della grammatica italiana, insistere sull’alfabeto fonetico internazionale (IPA – International Phonetic Alphabet), mettendo quindi la lingua italiana a confronto con quelle straniere, in principale modo l’inglese, insistere infine sulla lettura, d’intesa con l’insegnamento di Lingua e Letteratura italiana e con il relativo programma antologico; così come il “Laboratorio di lettura e testi del Teatro Classico”, che si affianca nelle ore curriculari allo studio di Lingua e Letteratura Greca, mette la lingua greca al centro della propria attenzione, favorendone la confidenza con i suoni e insistendo sui contenuti di mito e teatro.

Nel secondo biennio si attuerà: “Laboratorio di Declamazioni e Lettura testi Teatro e Cinema” si passa da una fase tecnicamente di studio laboratoriale messa a punto nei due anni precedenti, che comunque sarà stata articolata su testi già esistenti e somministrati all’occorrenza secondo le programmazioni antologiche, ad uno step di produzione. Sarà il momento in cui gli studenti, mettendo in pratica le tecniche acquisite, si cimenteranno in quelle che gli antichi chiamavano declamationes, ovvero discorsi costruiti con la tecnica agonistica e duellante delle “controversiae” e persuasiva delle “suasoriae”: abilità che oggi nella moderna didattica anglosassone ed americana risponde al termine debate. Gli studenti, individualmente o a gruppi, saranno invitati a tenere discorsi, a costruire accuse o difese su qualsiasi argomento proposto dai docenti delle singole discipline, ed il giudizio espresso dai propri insegnanti sarà sia sulla qualità dei contenuti che sulla tecnica espressiva. Ultimo traguardo, la lettura e il commento di testi del Teatro moderno e del Cinema, con analisi dei contenuti e delle forme.

Il curriculum nelle ore laboratoriali prevede lo studio della dizione italiana, public speaking, la lettura dei testi del teatro classico e moderno e la conoscenza delle opere dei principali registi cinematografici.

QUADRO ORARIO

      PIANO DEGLI STUDI 1°biennio 2° biennio

Anno

Anno

Anno

Anno

Anno

Attività e insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti- Orario Annuale
Lingua e Letteratura Italiana 3 3 4* 4* 4
Lingua e Cultura Latina 4 4 4** 4** 4
Lingua e Cultura Greca 3 3 3 3 3
Laboratorio Artistico:
Dizione e Ortoepia (Public Speaking)
2 2
Laboratorio Artistico: Lettura e testi del teatro Classico 2 2
Storia e Geografia 2 2
Storia 3 3 3
Filosofia 3 3 3
Lingua e Cultura straniera 3 3 3 3 3
Matematica*** 3 3 2 2 2
Fisica 2 2 2
Scienze Naturali 2 2 2 2 2
Storia dell’Arte 2 2 2
Scienze Motorie 2 2 2 2 2
Religione 1 1 1 1 1
Ore di insegnamento 27 27 31 31 31

* Con laboratorio artistico e storia dei testi del teatro moderno e del cinema.

** Con laboratorio artistico e storia dei testi del teatro classico.

*** Con Informatica (EIPASS 7 moduli con esami in sede) al primo biennio

 

FINALITA’ DEL CORSO DI STUDIO

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, conseguiranno il diploma di Liceo Classico di ordinamento ed inoltre avranno una formazione che punti a che:

  • si “formino” come professionisti della parola: giudici, avvocati, docenti, esperti della comunicazione radiofonica e televisiva;
  • siano in grado di tenere un discorso o una riunione motivando gli ascoltatori;
  • sappiano presentare le proprie istanze stimolando l’attenzione, intervenire adeguatamente ad una assemblea;
  • sappiano distinguere i diversi registri espressivi da usare nelle opportune circostanze;
  • sappiano affrontare qualsiasi tipo di pubblico, senza inibizioni;
  • siano in grado di superare i regionalismi linguistici;
  • rafforzino la propria padronanza comunicativa
  • possano sviluppare maggiore consapevolezza dei propri mezzi espressivi ed accrescere l’autostima.