Il D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014, prevede l'accettazione dei cookies da parte degli utenti, il contenuto qui oscurato genera cookies terze parti, pertanto senza l'accettazione degli stessi non può essere visualizzato.

Abilitare i cookie cliccando su - Si accetto - in basso a destra per sbloccarlo

“La mente ha esattamente lo stesso potere delle mani: non solo di afferrare il mondo, ma di cambiarlo”.

WOODROW WILSON 

Il percorso del liceo delle Scienze Umane, che consente l’accesso a tutte le facoltà universitarie, approfondisce le teorie esplicative dei fenomeni collegati alla costruzione dell’identità personale e delle relazioni umane e sociali, con particolare riguardo allo studio della filosofia e delle scienze umane (Pedagogia, Sociologia, Antropologia, Psicologia). Fornisce allo studente le conoscenze, le abilità e le competenze necessarie per cogliere la complessità e la specificità dei processi formativi. Assicura la padronanza dei linguaggi, delle metodologie e delle tecniche nel campo delle scienze umane. Questa la missione educativa, questo il traguardo formativo più ambizioso: storia e contemporaneità; codici tradizionali e innovativi; scienze umane, esatte e sociali in un progetto culturale che sia al servizio dell’uomo, della pluralità dei linguaggi e delle nuove forme della comunicazione e infine dei cambiamenti sociali (dalle società semplici alle società complesse e multietniche, i processi migratori, la globalizzazione, i nuovi bisogni sociali). Le discipline di indirizzo orientano lo studente:

  • a proseguire gli studi universitari con particolare riferimento alle Scienze della Formazione e dell’Educazione, agli studi di Psicologia e Sociologia, oltre alle facoltà di Filosofia, Scienze Politiche, Lettere, Storia, Giurisprudenza e ai corsi di laurea delle professioni sanitarie e socio-assistenziali;
  • all’ingresso nel mondo del lavoro nella vastissima area della gestione dei servizi sociali e assistenziali pubblici e privati, dell’amministrazione pubblica e privata e della comunicazione sociale (mass media).

 

QUADRO ORARIO

L’orario annuale delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti è di 891 ore nel primo biennio, corrispondenti a 27 ore medie settimanali, e di 990 ore nel secondo biennio e nel quinto anno, corrispondenti a 30 ore medie settimanali.

      PIANO DEGLI STUDI 1°biennio 2° biennio

Anno

Anno

Anno

Anno

Anno

Attività e insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti- Orario Annuale
Lingua e Letteratura Italiana 4 4 4 4 4
Lingua e Cultura Latina 3 3 2 2 2
Storia e Geografia 3 3  –  –  –
Lingua e Cultura straniera 3 3 3 3 3
Diritto ed economia 2 2 4 4 4
Scienze Umane 4 4 5 5 5
Storia  – 2 2 2
Filosofia 3 3 3
Matematica* 3 3 2 2 2
Fisica  – 2 2 2
Scienze Naturali** 2 2 2 2 2
Storia dell’Arte  – 2 2 2
Scienze Motorie 2 2 2 2 2
Religione 1 1 1 1 1
Ore di insegnamento 27 27 30 30 30

* con Informatica (EIPASS 7 moduli con esami in sede) al primo biennio

** Biologia, Chimica, Scienze della Terra

 

FINALITA’ DEL CORSO DI STUDI

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, conseguiranno il diploma di liceo scienze umane di ordinamento. Gli studenti al termine del percorso di studi, oltre a raggiungere risultati di apprendimenti comuni, dovranno:

  • aver acquisito le conoscenze dei principali campi d’indagine delle scienze umane mediante apporti specifici e interdisciplinari della cultura pedagogica, psicologica e socio-antropologica;
  • aver raggiunto, attraverso la lettura e lo studio diretto di opere e di autori significativi del passato e contemporanei, la conoscenza delle principali tipologie educative, relazionali e sociali proprie della cultura occidentale e il ruolo da esse svolto nella costruzione della civiltà europea;
  • saper identificare i modelli teorici e politici di convivenza, le loro ragioni storiche, filosofiche e sociali e i rapporti che ne scaturiscono sul piano etico-civile e pedagogico-educativo;
  • saper confrontare teorie e strumenti necessari per comprendere la varietà della realtà sociale, con particolare attenzione ai fenomeni educativi e ai processi formativi, ai luoghi e alle pratiche dell’educazione formale e non formale, ai servizi alla persona, al mondo del lavoro, ai fenomeni interculturali;
  • possedere gli strumenti necessari per utilizzare in maniera consapevole e critica le principali metodologie relazionali e comunicative, comprese quelle della media education.