Ultima modifica: 4 dicembre 2017
Liceo Statale Alessandro Manzoni Caserta > News > CTS > 3 dicembre “La Giornata Internazionale Della Disabilità”

3 dicembre “La Giornata Internazionale Della Disabilità”

Prot. n: 17847/I.7

Caserta: 04/12/2017

Ai Docenti

Agli Alunni

Al CTS

Allo Staff di Presidenza

Al DSGA

All’Albo

Cari alunni del Liceo Statale “A.Manzoni di Caserta,

il 3 dicembre viene celebrata “La Giornata Internazionale Della Disabilità”.

Questo importante avvenimento è stato istituito nel 1981, in occasione dell’Anno Internazionale delle Persone Disabili, con lo scopo di promuovere una maggiore conoscenza sull’argomento, sostenere la piena inclusione di ciascun individuo ed allontanare ogni forma di discriminazione e violenza. L’appuntamento annuale offre l’occasione per promuovere nel nostro istituto un dialogo sul diritto ad una partecipazione piena ed attiva alla vita lavorativa, culturale, scolastica, artistica e sportiva e costituisce un momento strategico di portata internazionale per sensibilizzare TUTTI in merito alla pari dignità e sulla necessità di abbattere ogni tipo di barriera, per porre in essere i cambiamenti necessari al miglioramento delle condizioni di vita delle persone con disabilità.

I docenti, come da comunicazione n. 14 del 30/11/2017 (prot. n. 17640/I.7) il giorno 5 dicembre 2017, dalle h 9:00 alle ore 10:00, favoriranno, nell’ambito delle proprie classi, un momento di riflessione sul tema con approfondimenti, dibattiti, letture, composizioni di brani, visione di filmati, per ricordare che un impegno congiunto deve essere profuso, al fine di abbattere il muro dell’indifferenza e della discriminazione. In appendice sono suggeriti una serie di link (brevi video sul tema) e una testimonianza della cantante Lila Madrigali, che vive in prima persona la condizione di persona con disabilità.

Vi auguro buon lavoro.

Il Dirigente Scolastico

Dott.ssa Adele Vairo

Firma autografa sostituita a mezzo stampa,

ex art.3 co 2, D.Lgs. 39/93

Di chi è la Giornata internazionale delle persone con disabilità?

Spunti di riflessione

Qualche spunto di riflessione perché la Giornata Internazionale della persone con disabilità, che si celebra oggi, abbia un ampio significato.

Oggi è la giornata internazionale di tutti coloro che non parcheggiano su un posto riservato alle persone con disabilità neanche per i fantomatici cinque minuti.

È la giornata internazionale di quelli che non credono negli spazi ad accesso differenziato, dove resta ben chiaro il divario fra i cosiddetti “normali e anormali” (inutile rabbrividire. Questi termini si usano ancora).

È la giornata internazionale di tutti coloro che si impegnano di persona senza aspettare che qualcuno compia gesti al suo posto al fine di migliorare una fetta di mondo.

Oggi è la giornata internazionale della persona con disabilità, ovvero tutti noi: quella mente meravigliosa che appartiene a Stephen Hawking non sarà mai comparabile a quella di una persona considerata normodotata. Chi è allora l’abile e chi il dis-abile?

Mi entusiasma la definizione “diversamente abile” perché comprende tutti noi, nessuno escluso. Non sarò mai in grado di fare il lavoro di un informatico e l’informatico stonato non sarà mai in grado di esibirsi su un palco cantando. Eccoci quindi entrambi dis-abili, l’uno rispetto all’altro.

Questa differenziazione ci rende ricchi come un giardino di spezie e non dovrebbe spaventarci. Che ci spaventi invece il mondo pieno di barriere architettoniche e mentali, vera e propria giungla per una persona con disabilità!

Qualcuno ha preso questo grande puzzle chiamato MONDO e ha buttato all’aria tutti i pezzi: finché mi metto seduta in un angolo da sola a cercare di ricostruirlo avrò un magro risultato e mangerò pane e frustrazione. Ciò che mi auguro per questa giornata (ma soprattutto per quelle che verranno) è che si abbia il coraggio di sporcarsi i pantaloni e sedersi per terra per tentare di rimettere insieme tutti i tasselli di questo grandissimo, splendido puzzle. Non è utopia, sappiamo tutti come funziona: io costruisco un pezzo, tu ne costruisci un altro, li mettiamo insieme e ne otteniamo uno molto più grande di quello che avremmo se lavorassimo sempre da soli.

Ben venga dunque ogni forma di solidarietà, ma soprattutto la voglia di mettere in moto (e mi vengono in mente quelle antiche automobili che andavano attivate a giri di polso e manovella) quella dote umana che spesso fa la timida ma che è insita nella nostra natura: IL CORAGGIO DI LAVORARE TUTTI INSIEME. E’ emozionante essere protagonisti usando le diverse abilità di ognuno di noi e veder nascere giorno dopo giorno qualcosa di indistruttibile.

Altro che pane e frustrazione: buon appetito a tutti!

Lila Madrigali

LINK CONSIGLIATI:

https://www.youtube.com/watch?v=JsKSbkbnqDc

Nick Vujicic – L’uomo che ha fatto commuovere il mondo! Tutti possono imparare dalle parole di quest’uomo! Sorridere sempre alla vita e mai abbattersi, anche quando le situazioni sembrano tragiche. Questa è la storia di Nick!

https://www.youtube.com/watch?v=_GofSucBneQ

UNICEF e disabilità – Un cartone animato

http://video.leggo.it/primopiano/quando_amicizia_speciale_supera_pregiudizio_la_piccola_maria_non_dimentica_bambino_disabile-144769.html

Quando l’amicizia è speciale, supera il pregiudizio: la piccola Maria non dimentica il bambino disabile. Questa bellissima storia si svolge in un orfanotrofio e quando arriva questo bambino malato, Maria è l’unica che vede in lui un amico con cui, in qualche maniera, giocare. Maria, a differenza degli altri, adulti e bambini, cerca in tutti i modi di andare oltre il pregiudizio e oltre la malattia. Ma il bimbo muore. Dopo vent’anni Maria diventa maestra e porta con sé un ricordo del piccolo amico disabile…

https://www.youtube.com/watch?v=vjy-il1g3yk

“Per parlare di integrazione in classe”: Il bello della differenza

https://www.youtube.com/watch?v=saDjNndz_y8

Emozionante spot su disabilità

https://www.youtube.com/watch?v=LphuIhOSUbQ

Diverso da chi? Per una cultura del rispetto. Video in lingua inglese, Francese e italiana

https://www.youtube.com/watch?v=-459DCf4DfE

Davide Cervellin: il vero disabile è il nostro Paese con le sue barriere architettoniche

http://www.robertosaviano.com/sport-disabilita-e-vittorie/

Roberto Saviano: Questi atleti non si arrendono alla disabilità, alla mancanza, ma trovano in sé abilità diverse per superare il limite. In questo sono “diversamente abili”.

https://www.youtube.com/watch?v=pqAoSHN6fXw

Disabilità e sport: lezioni di vita!

https://www.youtube.com/watch?v=Si4_aYAX0mE

UNICEF e disabilità – La storia di Albert Llovera

https://www.youtube.com/watch?v=fG0tP5uT47w

Una riflessione di Dario Ianes per il Centro Studi Erickson

https://www.youtube.com/watch?v=Hm0kxErHCFc

“Rispetta le Differenze: la storia di Ricky e dei suoi compagni” . Riccardo si è diplomato lo scorso giugno a Roma. Non ha potuto frequentare la scuola, ma, grazie ad un innovativo progetto di istruzione domiciliare dal titolo ‘A casa come a scuola’, ha potuto seguire le lezioni a domicilio insieme alle sue compagne e ai suoi compagni. A cura del Miur

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email